Fotolia_55698299_S

 
 



 

Ipnosi

L’'ipnosi è uno stato psicofisico naturale spesso definito “stato speciale di coscienza” o “trance”. Si tratta di un’esperienza di grande assorbimento su uno stimolo o di orientamento interno simile a quella che facciamo in molte occasioni della vita quotidiana.

Può essere considerata un amplificatore della caratteristica più umana, l’'immaginazione.

L'’ipnosi somiglia più al sogno da svegli che non al sonno o stato di assenza. Così ogni qualvolta ci lasciamo andare ad un sogno ad occhi aperti guidato, tanto profondamente da dissociarci dalla realtà circostante e da divenire totalmente preso nella nostra realtà interna, siamo in uno stato speciale di consapevolezza che è chiamato ipnosi.

La trance è un'esperienza relazionale naturale e fisiologica, quotidiana piuttosto che straordinaria, capace di mobilitare e rendere utilizzabili capacità e risorse che sembravano inaccessibili. Viene riconosciuta la capacità dei singoli individui di risolvere i propri problemi, che condizioni sfavorevoli hanno reso solo temporaneamente inaccessibile, e il potere delle loro risorse.

L’'ipnosi può intervenire sullo stress ed aiutare l'’individuo a ridurre i livelli di ansia e attivazione, ad aumentare la consapevolezza corporea ed il benessere psicofisico.


Di seguito riportiamo alcuni dei dubbi più frequenti sull’'ipnosi:

  • Ci sono dei rischi nell'utilizzo dell'ipnosi?

L’'ipnosi è uno stato naturale come il dormire o lo stare svegli, quindi il suo utilizzo da parte di persone serie e qualificate non risulta essere rischiosa.


  • Tutte le persone possono essere ipnotizzate?

A chi non è mai capitato di “perdersi” nella lettura di un libro, o nell’'ascolto di un brano musicale, di dimenticare lo spazio ed il tempo mentre si è assorti nei propri pensieri: questi sono stati naturali di trance che ogni persona sperimenta. Tutti possono essere ipnotizzati se lo vogliono.


  • Si può rimanere “bloccati” in ipnosi?

Non c'’è rischio che una persona non esca dallo stato ipnotico. E' la persona ad avere il controllo del processo ipnotico, ed è lei che può iniziare o concludere la seduta ipnotica, a seconda di quello che sceglie di fare. E' letteralmente impossibile restare “bloccati” in uno stato di concentrazione. Si potrebbe restare “bloccati” leggendo un libro?


  • In ipnosi, si è in uno stato di incoscienza?

No, anzi la nostra attenzione è più ricettiva, più pronta, in grado di ricevere gli strumenti necessari per raggiungere i risultati desiderati. Fisicamente, vista dall'’esterno, una persona in ipnosi può presentare un livello minimo di attività, un rilassamento muscolare, un rallentamento del respiro ecc.. Tuttavia dal punto di vista della condizione mentale, la persona è rilassata ma cosciente e vigile. Vi è sempre un livello di consapevolezza di ciò che sta avvenendo in quel momento, anche nello stato di ipnosi profonda.


  • Una persona può essere ipnotizzata per costringerla a dire o a fare qualcosa contro la sua volontà?

Con l'’ipnosi non è possibile indurre a fare azioni contro la morale o il desiderio della persona. Esercitare un’influenza negativa, inoltre, non ha nulla a che fare con quello che avviene in una relazione di cura ed è totalmente estraneo all’'approccio dell’'ipnosi che si basa invece sul rispetto e sulla valorizzazione delle risorse dell’'individuo.


Il Training Autogeno (T.A.)


Il T.A. autogeno è uno stato di autodistensione da concentrazione psichica.

Il training autogeno, al contrario della tecnica di Jacobson, promuove lo stato di rilassatezza attraverso fenomeni suggestivi possibili grazie all'auto-concentrazione e cioè all'attenzione volontaria verso qualcosa (fenomeno necessario anche nelle tecniche ipnotiche) e grazie al fenomeno dell'ideoplasia che rende conto di come un’immagine mentale di movimento produce impulsi motori impercettibili (vedi esercizio pendolo).

La tecnica una volta appresa può essere efficacemente utilizzata per ridurre gli stati emotivi indesiderati (autodistensione), gestire il dolore, incrementare le prorie prestazioni, combattere l'insonnia, aumentare l'autodetermizazione.

Il T.A. produce uno stato di commutazione e cioè un cambiamento sia psicologico che fisiologico nell'individuo che lo pratica.






 
Riceviamo a Roma (RM) - Orvieto (TR) - Città della Pieve (PG)
  Site Map